teatro

Stagione 2015-2016

Laboratori di teatro per bambini, ragazzi e adulti

Il grande successo della rassegna “Piccole storie” e il calore di bambini e genitori ci ha sostenuti negli ultimi anni, regalandoci emozioni, sorrisi e incoraggiandoci nonostante le difficoltà di questi tempi. Per il terzo anno consecutivo noi della compagnia Telluris Associati in collaborazione col Comune di Capannoli proponiamo una serie di iniziative rivolte al pubblico più giovane e non solo.

Il teatro comunale di Capannoli adesso è in ristrutturazione ma non vogliamo lasciarvi senza le “Piccole storie”, così assieme ai laboratori di teatro per piccoli e grandi, vi proponiamo due spettacoli per il periodo che ci separa, speriamo, alla riapertura del teatro.

Il teatro è uno strumento importante sul piano della crescita personale e dell’educazione: per conoscere se stessi, per imparare ad esprimersi, mettersi in gioco e sviluppare la propria creatività. Per questo è utile avvicinarsi al gioco del teatro, propedeutico non solo all’attività teatrale in quanto tale, ma soprattutto alla corretta gestione del proprio corpo e delle proprie espressività, nel gruppo e nello spazio. L’obiettivo principale è quello di sviluppare la creatività, liberare forze e capacità già presenti nei bambini e nei ragazzi e, perché no, anche di quegli adulti che hanno voglia di mettersi in gioco e divertirsi insieme.

*****

 Atelier della fiaba_verso il teatro oltre il teatro

Progetto pluriennale per le scuole, iniziato come laboratorio artistico e teatrale sul mondo delle fiabe (italiane, europee e del mondo) per i bambini delle Scuole dell’infanzia.

Nel corso degli anni il progetto si è consolidato come realtà sul territorio, proponendo ogni anno un tema diverso.  Un percorso con attori, musicisti e artisti visivi, attraverso i racconti, l’espressività corporea, i canti, i colori, la realizzazione di marionette, la sperimentazione del linguaggio video e del disegno animato.

La contaminazione delle arti e le potenzialità di sperimentazione dei linguaggi artistici nelle scuole, sin dalla primissima infanzia, arricchiscono il processo formativo della scuola. Lo sviluppo sereno e creativo dei bambini è di primaria importanza e questo progetto di arricchisce e cerca di migliorarsi di anno in anno, con un costante confronto con le insegnanti, le famiglie, le istituzioni.

I laboratori sono stati realizzati da: Cesare Galli, Serena Gatti, Marco Gheri, Letteria Giuffrè Pagano, Paolo Manghesi, Joey Vanacore, Carla Pampaluna, Tazio Torrini. Promosso dall’Assessorato alla Cultura e dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Pontedera, in collaborazione con CRED Valdera.

 La presenza dell’attore

Laboratorio per giovani aperto a quanti siano interessati ad approfondire un aspetto della recitazione che vada al di là della padronanza dei mezzi tecnici della recitazione. Si tratta di esplorare una particolare qualità denominata comunemente “presenza”….

La presenza è ciò che fa di un attore qualcosa di magnetico, che attrae la nostra attenzione e risveglia qualcosa in noi, indipendentemente dalla portata del ruolo interpretato. Questa qualità che in alcuni è indubbiamente innata, può comunque essere coltivata al fine di pervenire ad una fusione coerente di corpo,pensiero, emotività. Presente e vivo è tutto ciò che non può essere altro che quello che è, ovvero realizza in pieno la sua essenza. Un lavoro interessante sia per chi voglia affinare il proprio stare in scena, sia per chi intenda arricchire la propria formazione di essere umano.

Il lavoro, nella prima fase, parte da un attento ascolto di sé, delle dinamiche fisiche e psicologiche individuali e di gruppo, per arrivare innanzitutto a una propria qualità di presenza utilizzando poi le basi acquisite per pervenire al lavoro sul personaggio teatrale. Nella seconda fase le conoscenze acquisite verranno messe a frutto per realizzare la messa in scena di un testo sotto supervisione registica.

Tecniche di rilassamento e risveglio del corpo. Respiro e postura. Contemplazione di eventi naturali, meditazione. Percezione e veicolazione delle energie. Scomposizione di movimenti. Corpo neutro. Lavoro su immagini e atmosfere. Lavoro con musica. Gesto psicologico. Pensiero, corpo e voce. Lettura ragionata di un testo. Composizione di un personaggio. Improvvisazioni singole e di gruppo. Natura e costruzione di azioni fisiche. Se il luogo e la situazione lo permettono, sarà possibile effettuare sessioni all’aperto.


Annunci